Bambini: come curare la malattia mani bocca piedi

La semplice menzione di “malattia mani-bocca-piedi, dell’afta epizootica” è sufficiente per far rabbrividire qualsiasi genitore. Questa comune malattia infantile è incredibilmente contagiosa e può dilaniare le stanze dei giochi, gli asili nido e le aule prescolari con un ritmo allarmante. E mentre i suoi sintomi tendono ad essere relativamente lievi, le malattie delle mani, dell’afta epizootica possono rendere i neonati e i bambini piccoli (e i loro caregiver) piuttosto infelici.

L’afta epizootica è un tipo di infezione virale. Il nome dell’infezione deriva dall’eruzione cutanea rivelatrice che generalmente appare su mani, piedi e bocca (oltre alle vesciche che emergono nella bocca) delle persone infette. Il virus di solito si manifesta con una febbre alta che può aumentare prima dello scoppio dell’eruzione cutanea. Questa sindrome potrebbe portare a numerose irritazioni in bocca, come macchie rosse. Non è neanche raro si presenti una bolla sul palato dovuta al virus.

Ma quali sono le cause e i trattamenti per questa malattia?

Origini e cause della malattia mani-bocca-piedi

L’afta epizootica, o malattia mani-bocca-piedi, è in genere causata dal virus Coxsackie, di solito, ma non sempre, dal virus Coxsackie 1.

È più comune nei neonati e nei bambini di età inferiore ai 5 anni, perché non sono stati precedentemente esposti al virus e non hanno ancora sviluppato un’immunità ad esso. Ma anche i bambini più grandi e gli adulti possono contrarre malattie della mano-bocca-piedi, dell’afta epizootica, anche se l’hanno già avuto prima. Questo perché la malattia può essere causata da diversi virus e persino diversi ceppi del virus Coxsackie. Quindi, mentre diventi immune al virus specifico che ha causato la malattia la prima volta, sei comunque suscettibile ad altri ceppi.

Si tratta di un’infezione altamente contagiosa. Infatti, generalmente si contrae attraverso il contatto con feci, saliva o muco e, sebbene possa emergere tutto l’anno, le malattie delle mani-bocca-piedi tendono a raggrupparsi in estate e in autunno. E poiché i genitori potrebbero non rendersi conto all’inizio che il loro bambino è infetto, apre la strada alla rapida diffusione della malattia negli asili nido e nelle scuole materne.

Sebbene una diagnosi ufficiale possa essere effettuata tramite un tampone orale o un campione di feci, i pediatri spesso effettuano semplicemente una determinazione in base ai sintomi della malattia, motivo per cui è importante chiamare il pediatra se sospetti che tuo figlio possa avere la malattia.

Come trattare l’infezione per adulti e bambini

Anche se non ci sono cure mediche o cure per le malattie della mano-bocca-piedi, il pediatra può aiutare a trovare modi per rendere il bambino più a suo agio mentre la malattia fa il suo corso

Per cercare sollievo dal dolore chiedi al tuo pediatra gli antidolorifici appropriati, come l’ibuprofene o il paracetamolo e segui le procedure di dosaggio per l’età del tuo bambino. Prenderli mezz’ora prima dei pasti può rendere meno doloroso mangiare e bere.

Gli esperti raccomandano anche antidolorifici OTC per aiutare ad abbassare la febbre. Fai sapere al tuo pediatra se la temperatura del tuo bambino rimane alta dopo aver preso un antidolorifico.

È anche importante assumere molti liquidi. Assicurati che tuo figlio stia idratando, con latte materno o artificiale o, se è più grande, con acqua. Tieni traccia della produzione di urina: se tuo figlio ha meno di tre pannolini bagnati durante la sua giornata di veglia o, se è addestrato al bagno, va in bagno meno di tre volte, chiama il pediatra. Se sta piangendo senza lacrime, è un segno che potrebbe essere disidratato e ha bisogno di essere visto da un pediatra il prima possibile.

Aiutano anche i cibi freddi o morbidi per lenire il mal di gola e la bocca dolorosa.

admindiritti